idee

Quarantena Coronavirus, consigli pratici per “sopravvivere” in casa

No Comments

Carissimi,

In questo periodo il nostro equilibrio psico-fisico è messo a dura prova e, anche se sono certa che molti di voi non si saranno persi d’animo, voglio comunque inviarvi dei consigli, che provengono dai più autorevoli studi, sul come mantenere o recuperare uno stato psico-fisico fisiologico.

In parole povere un vademecum da seguire per poter ripartire, quando tutto sarà finito, con le energie che sicuramente ci saranno necessarie.

Innanzitutto non perdete il rimo sonno-veglia. Non tardate la sera, mentre alzatevi presto il mattino.

Al risveglio, bagnatevi i polsi con acqua fredda corrente per 10 secondi, e sciacquatevi il viso, sempre per 10 volte. Questo consentirà al vostro sistema nervoso di attivarsi.

Ora è il momento di fare esercizi respiratori.

Ve li spiego brevemente. Sedetevi su una sedia e cominciate ad inspirare per 5 secondi, trattenete per 2 secondi , quindi espirate per altri 5 secondi (5-2-5). Eseguite l’esercizio per 5 min. (mettete un count-down sul vostro cellulare) e contate mentalmente. Quest’esercizio è di fondamentale importanza per ridurre l’ansia e i sintomi dello stress.

Finita la respirazione, impegnatevi in 10 min. di esercizi fisici. Potete fare qualunque serie di movimenti, come da stesi, supini o proni, alzarvi rapidamente in piedi, o i burpees, o qualunque altro tipo di esercizio ripetitivo (anche salire le scale!), che alternerete ad una pausa, per una durata complessiva di 10 minuti. Ad esempio: 30 sec. di attività intensa (cercando di dare il massimo) seguiti da 30 sec. di riposo, o 1 min. di attività e 1 min. di riposo. Tutto ciò servirà ad attivare il vostro organismo e a riempirvi di energia positiva per affrontare al meglio la vostra giornata.

Ognuno adatterà gli esercizi alle sue capacità e al suo stato di forma e di salute (se avete problematiche particolari consultate il vostro medico), cercando di mettere in moto tutti i distretti muscolari. Ultimamente si parla molto degli HIIT, allenamento intervallato ad alta intensità, come metodo più efficace e innovativo. È valido per tutti, dal principiante all’amatore, all’atleta.

A questo punto una bella doccia e subito a fare una colazione che deve essere da RE.

Si, è importante che anche la nostra colazione attivi il sistema endocrino, l’asse ipotalamo-ipofisario. Deve essere ricca, con frutta, spremute d’arance, yogurt, semi, caffè-latte, pane e marmellata. Evitate i cibi lavorati come corn-flakes, tortine, merendine, bibite zuccherate, confezionate: i cibi “spazzatura”.

Sarebbe importante assumere la colazione entro le 8 e non più tardi.

Poi fate un programma della vostra giornata, inserendo attività che siano utili per la mente e per lo spirito. Un programma è fondamentale, perché se abbiamo degli obiettivi da realizzare ci sentiremo sicuramente più felici. Dedicate tempo ai vostri cari e ai vostri amici tramite telefonate o Skype, ma sempre organizzando il vostro tempo, senza riempirlo con cose insignificanti.

Alimentarsi correttamente è sempre importante, ma ora che il frigorifero è così a portata di mano, è sicuramente più complesso. La respirazione 5-2-5 ci viene in aiuto anche in questo, riducendo il desiderio di cibo. Ripetetela più volte nell’arco della giornata. Mi raccomando!

La sera bisogna seguire un regime “povero” di calorie e di carboidrati, per non interferire con le attività notturne del nostro organismo che servono a rigenerarci. Questa è un’altra raccomandazione.

Ricordate che assunzioni di cibo continue sono nemiche per la salute di tutti, alimentano il biofilm che si trova sui vostri denti, con la carie come risultato. Mi raccomando di lavarvi oltre che i denti, anche la lingua, e di passare il filo!

Infine vi consiglio di mangiare tanta frutta e verdura.

Ancora una raccomandazione: non concentratevi sulle notizie, sull’epidemia, stop all’informazione continua!!!!

Dott. Luca Bertagnolli

idee

Il Coronavirus… ci scrive!

No Comments

Ho trovato online questa interessante lettera scritta dal Covid-19 in persona, una lettera che fa pensare e per questo ve la propongo.

Ciao sono Covid-19,
molti di voi mi conosceranno più semplicemente come Coronavirus, e sono un virus. Scusate il poco preavviso ma non mi è dato far sapere quando arriverò, in che forma e forza mi presenterò a voi.

Perché sono qui? Be’ diciamo che sono qui perchè ero stanco di vedervi regredire anziché evolvervi, ero stanco di vedervi continuamente rovinare con le vostre mani. Ero stanco di come trattate il pianeta, ero stanco di come vi rapportate l’un l’altro, ero stanco dei vostri soprusi, delle vostre violenze, delle guerre, dei vostri conflitti interpersonali, dei vostri pregiudizi, ero stanco della vostra invidia sociale, della vostra avidità, della vostra ipocrisia, del vostro egoismo, ero stanco del poco tempo che dedicate a voi stessi, alle vostre famiglie, ero stanco delle poca attenzione che riservate molto spesso ai vostri figli, ero stanco della vostra superficialità, ero stanco dell’importanza che spesso date alle cose superflue a discapito di quelle essenziali.

Il messaggio che vi voglio dare è semplice. Ho voluto evidenziare tutti i limiti della società in cui vivete perchè possiate eliminarli, ho voluto fermare tutto apposta perché capiate che l’unica cosa importante a cui dovrete indirizzare tutte le vostre energie d’ora in avanti è semplicemente una.. la VITA, la vostra e quella dei vostri figli, e a ciò che è veramente necessario per proteggerla, coccolarla e condividerla. 

Vivete le vostre vite il più semplicemente possibile, camminate piano, respirate profondamente, fate del bene perché il bene vi tornerà sempre indietro con gli interessi, godetevi la natura, fate ciò che vi piace e vi appaga e createvi le condizioni per non dover dipendere da nulla.

Prendetevi il tempo, né avete tanto in questi giorni, per una preghiera… Per tante preghiere… Vi siete dimenticati di Dio… È il momento di rincontrarlo!

Quando voi festeggerete io me ne sarò appena andato, ma ricordatevi di non cercare di essere persone migliori solo in mia presenza… e continuate a pregare!